mappamappamappasinistradestra

 


La nostra libreria

Compra i tuoi libri da www.librazioni.it


 1861. La storia del Risorgimento che non c' sui libri di storia 1861. La storia del Risorgimento che non c' sui libri di storia
Fasanella Giovanni
Sperling & Kupfer, 2010
18,50


 Cucina, chimica e salute Cucina, chimica e salute
Nicoletti Rosario
Aracne, 2009
15,00


 Quello che rimane Quello che rimane
Kidder Tracy
Piemme, 2010
17,50



La stampa

La stampa

La stampa

Siamo debitori alla tecnologia cinese di alcune importantissime invenzioni, tra cui possiamo elencare la carriola, il collare per cavalli da tiro, la balestra, la polvere da sparo, la bussola, la carta, la cartamoneta e la porcellana. Ma l'invenzione pi importante che ci viene dalla Cina probabilmente quella della stampa.

Risale almeno al IV sec. d.C. la tradizione di riprodurre le iscrizioni in pietra premendo su di esse un foglio di carta; senza dubbio da questa tecnica che, all'inizio del VII secolo, deriva quella di preparare delle vere matrici in legno, previste espressamente per la stampa e quindi incise specularmente.

Entro un paio di secoli i libri stampati erano divenuti prodotti di massa, e la loro diffusione si doveva soprattutto ai letterati, che ne facevano grande uso durante gli anni spesi nella preparazione agli esami di stato, ma anche all'opera dei monaci buddisti, che avevano bisogno di libri per il culto e per il proselitismo.

La stampa a caratteri mobili, invece, dato l'enorme numero di caratteri differenti utilizzati nella scrittura cinese, stentava ad affermarsi. Solo quando popoli con scritture alfabetiche appresero l'arte della stampa si pot assistere alla diffusione dei caratteri mobili, a partire dalla Corea fino ad arrivare, circa due secoli dopo, a Gutenberg.